Nuovi approcci alle carenze di manodopera nelle linee di confezionamento

Come ridurre al minimo le perdite di produzione e rendere più produttivo il vostro team con una manodopera limitata

  • Approfondimenti
  • Febbraio 9, 2022
Lavoratori con mascherine e camici bianchi presso una linea di confezionamento

Carenza di manodopera: il mondo della produzione deve fare necessariamente i conti con questo problema. E le sfide legate alla disponibilità limitata di pezzi di ricambio, i lunghi tempi di spedizione per i macchinari critici e le perdite di produzione sono ulteriormente aggravate dalla mancanza di manodopera.

Nonostante la prevalenza di queste sfide, la domanda dei produttori non ha fatto che aumentare. Hanno sempre più problemi ad assumere, formare e fidelizzare i dipendenti, vedendo allo stesso tempo le loro operazioni business-critical sotto pressione per soddisfare una forza lavoro frustrata.

Abbiamo parlato con i nostri esperti per ottenere informazioni esclusive su come affrontare e superare queste sfide nel breve termine, allo stesso tempo preparandosi al futuro.

Piccoli cambiamenti influiscono in modo notevole

Pensare alla riorganizzazione del layout della vostra linea a breve termine può fare davvero la differenza per la vostra produzione, in particolare se il vostro stabilimento è di grandi dimensioni.

"Se il processo di pallettizzazione ha luogo alla fine della vostra linea di produzione, considerate di spostarlo in un'area centralizzata", afferma Frank Solitario, Intralox Activated Roller Belt (ARB) Responsabile delle soluzioni di vendita. "In questo modo l'intero processo di pallettizzazione può svolgersi in un'area concentrata e si può gestire con meno persone. Se avete una persona che lavora su due linee perché sono più centralizzate e vicine, e siete in grado di smistare alla SKU in esecuzione, non solo avete bisogno di meno persone, ma probabilmente sarete anche più efficienti".

Icona di una medaglia con stella

Storie di successo: Costa Group

Scoprite come Intralox ha aiutato Costa Group ad aumentare la produttività ridistribuendo otto posizioni lavorative per gestire più efficacemente volumi aggiuntivi e ottimizzare la forza lavoro.

Leggi il caso di studio

Un piccolo cambiamento come la centralizzazione dell'area di pallettizzazione può aiutare a risparmiare sulla manodopera, sui carrelli elevatori e sugli operatori, oltre a ridurre il traffico dei carrelli. Questo aumenta la sicurezza dei dipendenti e può aiutare ad affrontare molte sfide nello stabilimento. La centralizzazione combinata con altri piccoli cambiamenti può essere in linea con il piano a lungo termine del vostro stabilimento. In questo modo, si ottiene maggiore efficienza e ci si muove facilmente e a costi contenuti verso la pallettizzazione centrale automatizzata senza passare attraverso la pallettizzazione automatizzata stessa.

Pensare al lavoro in modo diverso

"Concentrandosi in modo mirato nell'automazione, si crea una situazione in cui le persone che dimostrano di lavorare con piacere possono essere spostate in posizioni meno faticose e forse anche più interessanti per loro", sostiene Karl Easey, Intralox ARB Responsabile delle soluzioni di vendita.

L'obiettivo non è quello di eliminare la manodopera. L'obiettivo deve essere quello di eliminare la dipendenza da manodopera in particolari aree. In questo modo le competenze e le conoscenze dei dipendenti possono essere sfruttate in modo più positivo lungo il processo di produzione.

Karl Easey
Karl Easey
Responsabile delle soluzioni di vendita di Intralox ARB

"Quando abbiamo lavorato con Costa Group al loro progetto di automazione, non era nei piani eliminare la manodopera. Avevamo come obiettivo quello di togliere otto o dieci unità dall'area di pallettizzazione e di spostarle a monte della selezionatrice e dell'area di movimentazione. Questo ha effettivamente aumentato la produzione senza bisogno di più personale, perché stavano impiegando quelle persone in modo da generare più valore aggiunto".

Ottimizzazione e allineamento dei processi

Il volume futuro stimato dovrebbe aiutarvi a capire il modo migliore per pensare di andare avanti con l'automazione o l'ottimizzazione del processo. Se il volume è percepito come basso o se avete linee lente, potrebbe non essere ideale investire nell'automazione. Sarebbe più opportuno scegliere una soluzione semplice a breve termine.

Qual è una buona soluzione rapida a breve termine? "A seconda del settore, l'imballaggio robotizzato in cartoni", secondo Solitario. "Un piccolo sistema robotico può essere installato sopra il trasportatore e usare il suo sistema di visione per il picking e l'imballaggio. Se si confronta questo con il numero di operatori impegnati nell'incartonamento rispetto al costo di quel sistema robotico, per me è chiaro che si tratta di un risparmio immediato. Stiamo parlando di fino a 12 operatori riassegnati a nuove aree".

Suggerimento del team Intralox: per alcune semplici modifiche ai processi, cercate di automatizzare i processi che non cambiano spesso formato. Alcuni esempi sono l'incassettamento, l'applicazione di etichette, l'ispezione del prodotto e la gestione degli scarti del prodotto.

Pianificare a lungo termine con il partner giusto

Questa epoca richiede di essere propensi all'innovazione e pronti per formati futuri. Se avete bisogno di soluzioni rapide e a breve termine per far fronte alle carenze di manodopera, avete un piano provvisorio e un piano a lungo termine in atto. Quando sarete pronti ad abbandonare le soluzioni rapide, dovete avere il partner giusto al vostro fianco per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi di automazione. Contattare per tempo partner come Intralox vi aiuterà a fare in modo che in futuro abbiate meno bisogno di soluzioni rapide.


Notizie e approfondimenti