Schulze & Burch

Sistema DirectDrive™ di Intralox: risparmio dinamico per Schulze & Burch


Obiettivi del cliente

Una spirale di raffreddamento azionata ad attrito per raffreddare i prodotti di pasticceria da tostare stava compromettendo notevolmente le operazioni dello stabilimento Schulze & Burch di Searcy, Arkansas. L'eccessivo movimento del bordo interno del nastro interrompeva l'allineamento dei prodotti e l'aumento della tensione causava il distacco dei moduli del nastro. Ogni volta che ciò accadeva, il prodotto circostante doveva essere scartato per il rischio di contaminazione ed era necessario interrompere la produzione per effettuare le dovute riparazioni. Schulze & Burch ha stimato perdite di centinaia di migliaia di dollari sia in termini di prodotti persi sia di tempi di inattività non previsti.

Dopo aver scoperto che le rotture del nastro erano dovute alla presenza di grasso dei prodotti sul tamburo della spirale, l'azienda ha volto l'attenzione verso la pulizia, esercitando una considerevole pressione sugli addetti alla sanificazione. Altri sforzi di prevenzione includevano l'assegnazione di un tecnico della manutenzione all'ispezione giornaliera del bordo esterno del nastro per verificarne l'integrità, nonché un sistema di 18 sensori installati su tutta la spirale per rilevare eventuali collegamenti rotti e arrestare il sistema in caso di interruzioni.

Sempre al fine di migliorare le operazioni, nello stabilimento di Schulze & Burch si è proceduto alla lubrificazione delle guide antiusura, operazione che doveva essere eseguita ogni otto ore e monitorata costantemente. Sfortunatamente, a volte, l'olio lubrificante cadeva sul nastro, creando il rischio di contaminazione dei prodotti. Ciò costringeva a sospendere la produzione per dare modo ai dipendenti di pulire il nastro e scartare eventuali prodotti a rischio.

Per risolvere il problema dell'allineamento, Schulze & Burch ha investito 500.000 $ in apparecchiature apposite. Questo aumento dei costi ha portato l'azienda a prendere in considerazione l'ipotesi di sostituire la spirale di raffreddamento con un tunnel di raffreddamento lineare, anche se questo avrebbe richiesto un ingente investimento in termini di spazio e capitale.

Indipendentemente dalla soluzione scelta, quello di cui Schulze & Burch aveva bisogno era una tecnologia che prendesse il posto della spirale di raffreddamento azionata ad attrito. I dipendenti erano sempre preoccupati che il sistema potesse rompersi: era quindi necessaria una soluzione in grado di garantire un funzionamento costante e regolare. Inoltre, l'azienda desiderava eliminare sia i tempi di inattività non previsti sia il rischio di contaminazione dei prodotti.

Intervento di Intralox

Nel 2013, alcuni dipendenti di Schulze & Burch hanno conosciuto Intralox a una fiera della panetteria e dell'industria dolciaria. Sono rimasti colpiti dalle spirali in esposizione e ancor più dal sistema DirectDrive. Alan Freeland, Direttore dei servizi tecnici di Schulze & Burch, si è quindi messo in contatto con Intralox per verificare se potesse fornire un'alternativa alla tanto problematica spirale di raffreddamento ad attrito. Intralox ha consigliato il sistema DirectDrive e invitato Freeland e i suoi collaboratori a vederlo in azione in un altro stabilimento. È stata questa esperienza a convincere la Schulze & Burch che il sistema DD era la soluzione perfetta.

Il sistema brevettato DirectDrive rappresenta un'evoluzione del trasporto a spirale grazie all'eliminazione dei problemi più comuni legati alla migrazione dei prodotti, al tensionamento dei nastri e alla sanificazione. Questa tecnologia è ideale per applicazioni in cui l'orientamento del prodotto, la durata del nastro e l'accumulo di grasso/olio costituiscono problematiche di fondamentale importanza. L'eliminazione dell'overdrive consente un funzionamento regolare, riducendo così i problemi di allineamento dovuti al movimento del nastro. I rischi di eccessiva tensione del nastro e della conseguente rottura dei moduli diminuiscono notevolmente, in quanto il bordo della cinghia si innesta direttamente con il tamburo per un funzionamento senza attrito. Infine, dal momento che eventuali accumuli di grasso sul tamburo non pregiudicano il funzionamento del sistema DD, la sanificazione deve rispettare semplicemente le consuete norme igieniche.

Al fine di migliorare il monitoraggio delle prestazioni della spirale, Schulze & Burch ha optato anche per l'installazione della soluzione brevettata IntraloxIntelligence. IntraloxIntelligence misura costantemente i dati relativi a parametri chiave impostati dall'impianto, come tensione e temperatura. Tali dati vengono poi trasmessi ai server Intralox, che inviano avvisi in tempo reale via e-mail e SMS nel caso in cui le prestazioni si discostino dalle soglie impostate.

Risultati

A più di un anno dall'installazione, il sistema DD di Intralox implementato alla Schulze & Burch ha migliorato considerevolmente il funzionamento dell'impianto. Non si è verificata alcuna rottura dei moduli della spirale, né si sono registrati periodi di inattività non previsti, contaminazione di prodotti, scarti o ordini in sospeso. L'allineamento del prodotto è quasi perfetto, tanto da non richiedere ulteriori regolazioni neanche a valle del sistema. Non è necessario applicare del lubrificante e la pressione sugli addetti alla sanificazione si è nettamente allentata, in quanto la pulizia ora viene eseguita con cadenza settimanale e consiste esclusivamente nell'osservare le normali norme igieniche. Gli esperti Intralox analizzano i dati ricevuti da Schulze & Burch grazie alla tecnologia IntraloxIntelligence, esaminando le tendenze e formulando consigli e considerazioni per ottimizzare ulteriormente le prestazioni del sistema.

"È stato un cambiamento radicale," afferma Freeland. La soluzione Intralox ha trasformato la spirale di raffreddamento dall'apparecchiatura con le prestazioni peggiori alla migliore di tutto lo stabilimento di Searcy, consentendo di indirizzare gli sforzi verso altre sfide chiave. Secondo Freeland, l'impianto si aspetta molti altri anni di successi grazie a Intralox.