Calcolo del vero costo totale di proprietà

5 fattori chiave per prendere la decisione migliore rispetto alle attrezzature per il vostro stabilimento

Foto stock di un iceberg avente una parte sommersa maggiore di quella emersa

Il costo totale di proprietà di un progetto di capitale è molto più alto del prezzo indicato sul cartellino di un'attrezzatura.

Immaginate che questo sia il momento ideale per acquistare una nuova auto (non lo è, ma state al gioco per un attimo). All'inizio del processo decisionale, valuterete se scegliere un veicolo a benzina o elettrico (EV).

Inizialmente il prezzo di acquisto di un veicolo a benzina potrebbe farlo sembrare la scelta più conveniente. Se si confrontano però le spese di esercizio, quali il costo del carburante e i cambi dell'olio, emerge che un veicolo elettrico ha sì un prezzo di acquisto iniziale maggiore, ma offre nel lungo termine dei costi operativi nettamente inferiori.

Allo stesso modo, al momento di scegliere le attrezzature giuste per il vostro stabilimento di trasformazione degli alimenti, è bene calcolare il costo totale di proprietà (TCO) e non decidere esclusivamente sulla base del costo iniziale. Ma quali altri fattori vanno considerati oltre all'investimento iniziale?

I nostri esperti vi illustrano i fattori chiave per ottimizzare il TCO delle attrezzature proposte al fine di garantire che incidano positivamente sull'efficienza operativa, sulla sicurezza alimentare e sui profitti del vostro stabilimento.

Investimento iniziale

Il TCO di un'attrezzatura si calcola utilizzando una semplice equazione:

Equazione per il calcolo del costo totale di proprietà: TCO = "Costo dell'investimento iniziale" più il prodotto dei "costi operativi costanti" moltiplicati per la "durata prevista della risorsa" in anni

L'inghippo qui è che vi sono numerose variabili in gioco. Anche il costo dell'investimento iniziale implica molto di più del semplice prezzo dell'attrezzatura indicato sul cartellino.

"Dovete chiedervi: 'Quanti lavoratori saranno necessari per aggiornare o installare l'attrezzatura? Quanto tempo richiederà il processo? Qual è il costo orario dei tempi di inattività?' Questi sono tutti elementi che rientrano nel vostro investimento iniziale", spiega Helen Xi, Business Development Analyst presso Intralox per il settore dei prodotti da forno e snack.

Tuttavia, come indicato sia dall'equazione del TCO che dal nostro esempio dell'acquisto di un'auto, è necessario considerare non solo tutti i possibili costi operativi dell'attrezzatura ma anche tutti i possibili risparmi dalla stessa offerti. Qual è pertanto il costo di proprietà a lungo termine previsto?

Screenshot del foglio di lavoro relativo al costo totale di proprietà

Foglio di calcolo e confronto del costo totale di proprietà (TCO)

Qui trovate uno strumento utile per valutare i costi completi dei progetti di capitale. Utilizzatelo come guida per le domande per gli OEM e per giustificare il progetto da voi proposto di retrofit o di acquisto di nuove attrezzature nei confronti del team dirigenziale dello stabilimento.

Scarica PDF

Formazione

Nel calcolare il TCO, considerare la potenziale necessità di una formazione. Vi saranno costi associati alla preparazione del personale per l'apparecchiatura proposta? Si tratta spesso di una spesa sottovalutata o trascurata.

"Ovviamente, più complesso è il funzionamento o la pulizia dell'apparecchiatura, maggiore è l'entità della formazione necessaria", spiega Brad Klemme, Senior Food Safety Specialist di Commercial Food Sanitation.

I migliori investimenti di capitale non solo funzionano in modo affidabile, ma sono anche progettati in modo igienico, semplici da utilizzare e da pulire; pertanto, richiedono una formazione minima. Ciò è fondamentale per via di un altro fattore: la manodopera.

Manodopera

Sappiamo tutti che oggi la manodopera è più costosa e più difficile da trovare rispetto ad alcuni anni fa. Per risolvere questo problema, molti produttori di alimenti hanno optato per l'automazione.

Nel valutare i progetti di capitale finalizzati all'automazione della vostra linea è necessario considerare anche la facilità di pulizia. Il vostro sistema di automazione proposto è progettato per essere pulito a umido? Tecnologie come l'Active Integrated Motion™ (AIM™) sono in grado di ridurre la manodopera richiesta non solo per la produzione ma anche per la sanificazione.

"L'automazione non sempre implica una maggiore semplicità operativa o una pulizia agevole", afferma Klemme. È necessario infatti considerare il livello di complessità dell'attrezzatura proposta: richiederà del personale dotato di una formazione e di conoscenze maggiori a livello tecnico?

Un'attrezzatura dal design più igienico e che può essere pulita in maniera più efficiente in meno tempo potrebbe potenzialmente ridurre la quantità totale di personale addetto alla sanificazione necessario per ciascun ciclo di pulizia. "Con il turnover di personale che registriamo negli stabilimenti di trasformazione degli alimenti," afferma Klemme, "è meglio scegliere attrezzature che siano facili da utilizzare, pulire e sottoporre a manutenzione da parte dei lavoratori."

Il costo totale di proprietà è molto più che un semplice numero riportato su un foglio elettronico. Esso rappresenta una conversazione con i nostri clienti per comprendere i loro progetti in modo da poter fornire loro la soluzione giusta.

Helen Xi
Helen Xi
Business Development Analyst presso Intralox per il settore dei prodotti da forno e snack

Manutenzione

Quanto tempo e impegno ci vorranno per garantire che il vostro investimento di capitale funzioni regolarmente? La manodopera per la manutenzione rappresenta una delle voci di costo più elevate all'interno di uno stabilimento.

Pensate anche alle vostre attrezzature esistenti. Ad esempio, uno stabilimento dotato di un trasportatore a spirale di livello inferiore alla media potrebbe essersi ormai abituato o essere addirittura compiaciuto della mole di manutenzione che richiede. Ma possedere un sistema a spirale <strong>non</strong> deve necessariamente implicare dei costi di manutenzione annuali a sei cifre per mantenerlo in funzione.

"Che costi sostenete regolarmente? Ce n'è qualcuno legato a problemi che aumentano il rischio per la sicurezza alimentare della vostra azienda?", chiede Elizabeth Cobb, Business Development Analyst presso Intralox per il settore della carne, dei prodotti avicoli e di quelli ittici. "Non adagiatevi rispetto ai problemi frequenti delle attrezzature perché potreste dimenticarvi che di fatto c'è un problema. Non guidereste per sempre utilizzando la ruota di scorta, giusto?".

Suggerimento del team: state valutando un investimento di capitale importante? Chiedete al vostro OEM un caso di installazione di riferimento. Visitate uno stabilimento in cui potete vedere l'attrezzatura da voi proposta in funzione e ponete domande sulla qualità del suo funzionamento.

Flessibilità

Il COVID-19 ha insegnato molto al settore alimentare. Una delle lezioni maggiori è stata l'importanza della flessibilità della linea e dei prodotti. Con la chiusura dei ristoranti a causa dei lockdown, i consumatori hanno cucinato di più a casa. Le aziende di trasformazione hanno quindi dovuto passare dal confezionamento di 400 hamburger tutti insieme per un QSR (Quick Service Restaurant) al confezionamento di 15 polpette da vendere tramite un negozio di alimentari al dettaglio.

"Abbiamo mostrato a uno dei nostri clienti un ipotetico scenario", afferma Cobb. "Esso prevedeva la sostituzione di una linea esistente equipaggiata per rifornire dei QSR con una soluzione a doppio uso in grado di passare facilmente al confezionamento anche per la vendita al dettaglio." La riconfigurazione dei layout delle linee con attrezzature all'avanguardia consente di ridurre la manutenzione, liberare spazio e ridurre al minimo i tempi di inattività.

Nel corso della vita pluriennale di una soluzione di questo tipo, il vostro ritorno sugli investimenti risulterà nettamente maggiore. Cercate questo tipo di flessibilità nei progetti di retrofit o nei nuovi progetti in modo da attenuare l'eventuale shock dovuto al prezzo iniziale.

Supportate i progetti di capitale che sapete potranno migliorare la produttività, la sicurezza alimentare e gli obiettivi finanziari del vostro stabilimento.

Il foglio di calcolo e confronto del TCO (PDF) appresenta un ottimo punto di partenza. Considerate tutti i possibili costi associati all'aggiornamento delle attrezzature del vostro impianto in modo da essere meglio preparati a giustificarne le spese nei confronti del team dirigenziale o dei proprietari dello stabilimento. Affidatevi all'esperienza del vostro OEM e del vostro fornitore di nastri trasportatori sin dalle fasi iniziali del processo, poiché essi dispongono delle conoscenze necessarie per aiutarvi a compiere la scelta giusta e incanalare il vostro stabilimento verso il successo.

Avete domande sul calcolo del TCO di una nuova attrezzatura? Per ottenere una risposta, mettetevi in contatto con i nostri tecnici specializzati ed esperti del settore alimentare.


Notizie e approfondimenti